-->
logo sidea
blockchain

Blockchain: la rivoluzione del database distribuito

Postato da Giuseppe Fanizza

08 febbraio 2018

Blockchain è la tecnologia del futuro, il sistema alla base di una nuova visione di Internet inteso come internet delle transazioni e internet del valore.

Ma di cosa si tratta nello specifico? Di un sistema per la creazione e per la gestione di un grande database distribuito o diffuso che permette l’esecuzione di transazioni di denaro e documenti.

Vuoi saperne di più? Leggi la nostra guida qui sotto e approfondisci i vari aspetti del funzionamento del Blockchain.

 

Blockchain: come funziona un database distribuito

Il database distribuito è costituito da diversi partecipanti che formano insieme una rete (i partecipanti possono essere aziende private e enti pubblici). Ogni partecipante è dotato di un computer o di un server detto nodo.

La rete propone e approva le seguenti transazioni:

 

  • pagamenti
  • scambi
  • Smart Contract
  • documentazione
  • identità digitale

 

Tutte queste transazioni vanno a formare i cosiddetti blocchi della rete. Ovviamente, ciascuna transazione deve essere verificata e approvata dai partecipanti della rete (nodi). Si parla comunque di tempi di approvazione molto rapidi, corrispondenti a meno di 10 minuti.

Le singole operazioni portate a termine vengono archiviate e vanno a costituire una catena cronologica. Ogni volta che si effettua una transazione cioè si genera un blocco che viene controllato, validato e crittografato e va ad allungare la catena, fungendo da archivio/aggiornamento del Libro Mastro del Blockchain. Otterrai così un registro pubblico di tutte le attività, consultabile da tutti i partecipanti.

I blocchi contenenti le informazioni sulle transazioni eseguite non possono essere alterati dai partecipanti. Il database distribuito è cioè sicuro e inalterabile.

Per rendere impossibili le alterazioni dei blocchi esistono delle figure specifiche dette Miner. Queste figure si occupano di validare il blocco tramite la risoluzione di un puzzle crittografico.

Per ricompensare questo impegno, il Miner riceve un pagamento in Bitcoin o in criptomonete.

 

Blockchain: i settori di utilizzo del database distribuito

Il concetto di database distribuito rivoluziona la logica della governance centralizzata di aziende sia pubbliche che private e si può utilizzare nei seguenti settori:

 

  • banche, finanza, assicurazioni
  • amministrazione pubblica
  • automotive
  • commercio al dettaglio e all’ingrosso
  • media e intrattenimento
  • sanità, ricerca e ambiente
  • sport
  • energia
  • gestione risorse umane
  • sicurezza
  • trasporti

 

Le realtà che decidono di adottare il database distribuito possono ottenere una serie di vantaggi a breve e lungo termine. Qui sotto trovi alcuni esempi relativi ai diversi settori di applicazione:

 

  • ASSICURAZIONI: automatizzazione dei reclami
  • AUTOMOTIVE: gestione puntuale e precisa dello storico dei veicoli, riduzione del flusso di documentazione cartacea, aumento delle trasparenza delle operazioni
  • COMMERCIO AL DETTAGLIO: riduzione degli errori nelle ordinazioni grazie alla possibilità di seguire le merci lungo tutta la filiera. Maggiore garanzia di conformità alle norme sulla tracciabilità delle merci.
  • E-COMMERCE: velocizzazione dei processi di pagamento, semplificazione delle procedure di controllo riguardanti l’autenticità dei prodotti, aumento della sicurezza delle transazioni e ottimizzazione della supply chain
  • PROGRAMMI DI FIDELIZZAZIONE E GIFT CARD: riduzione dei costi di gestione dei programmi fedeltà e aumento della sicurezza e del controllo in caso di frodi e smarrimenti delle card
  • SUPPLY CHAIN: riduzione dei costi di trascrizione con relativo azzeramento dei ritardi e dei possibili errori umani. Gestione ottimizzata delle quattro fasi del processo (identificazione del prodotto, consegna, registrazione del cliente e after sales)
  • SISTEMA SANITARIO: condivisione sicura dei dati tra piattaforme e istituzioni senza alcuna compromissione dell’integrità dei dati stessi. Il paziente così viene collocato al centro dell’ecosistema sanità con una serie di ricadute positive, come diagnosi e terapie più accurate e efficaci
  • BANCHE E ISTITUTI FINANZIARI: aumento della sicurezza delle operazioni di trasferimento di valuta e abbattimento dei costi relativi all’amministrazione
  • LEASING: gestione del database distribuito per la creazione di un sistema automatizzato della contrattualistica, senza intermediazione di operatori terzi
  • NETWORKING E IOT: possibilità di bypassare l’utilizzo di un hub centrale con semplificazione e velocizzazione degli aggiornamenti software e relativa ottimizzazione del funzionamento e del consumo dei dispositivi

 

Vuoi approfondire il tema del Blockchain e del database distribuito? Contattaci senza problemi e saremo lieti di rispondere a tutte le tue domande.

Condividi

ARTICOLO PRECEDENTE

PROSSIMO ARTICOLO

seguici

SEGUICI SU

facebook